Gigi D'Alessio torna con tanti duetti e sorprese in "Noi due"

Milano, 14 ott. (askanews) - Ogni traccia è musicalmente diversa dall'altra ma con lo stile inconfondibile di Gigi D'Alessio che esce con "Noi due", il nuovo disco in contemporanea con il singolo "L'Ammore", il duetto con Fiorella Mannoia tratto dall'album.

"In questo album ci sono tante diverse sonorità ma soprattutto si troverà una matrice forte che sono le canzoni, metà sono in italiano e metà in napoletano, perchè ho voluto fortemente portare le mie origini. Ogni album si dice sempre che è l'album della maturità, ma credo che questo sia un album che va bene per tutte le età, i ceti sociali perchè il fondamento è l'amore"

Tradizione e sperimentazione sono le chiavi per leggere il nuovo lavoro di Gigi D'Alessio che questa volta si misura con diversi linguaggi sonori e generi lontani, dal tango al rap anche grazie sorprendenti duetti con Giusy Ferreri, Emis Killa, Luchè e Guè Pequeno.

"Sono riuscito a mantenere la mia impronta perchè i featuring sono entrati nel mio mondo, non io a entrare nel loro, partendo da una canzone e vestendola con sonorità più moderne e diverse le persone che hanno duettato con me si sono sentite a proprio agio ma hanno collaborato a una canzone. Se io fossi andato nel loro sarebbe stato ridicolo".

Chiude la tracklist "Non dirgli mai (20 anni dopo)": una incredibile interpretazione insieme alla London Symphony Orchestra per celebrare i 20 anni dall'uscita del brano.

"Non dirgli mai meritava, la canzone è diventata una giovane donna e per questo c'è stato questo desiderio di rivestirla con una delle più grandi orchestre del mondo e farla arrangiare da

Adriano Pennino, ed è veramente un gioiello: quella canzone meritava un vestito del genere".

Nei prossimi mesi Gigi sarà in tour da nord a sud dell'Italia con appuntamenti instore e tre live a Napoli, Milano e Roma che replicheranno il trionfante concerto con Nino D'Angelo "Figli di un Re minore".