Gigi Riva: "Ho fatto la terza dose. I No vax? Incommentabili, dopo tutti questi morti"

·1 minuto per la lettura
Gigi Riva (Photo: Fabio MurruANSA)
Gigi Riva (Photo: Fabio MurruANSA)

″Ho fatto anche la terza dose, tre settimane fa. Mi hanno chiamato e sono andato″: a parlare è l’ex calciatore 77enne Gigi Riva sulle pagine del Corriere della Sera. All’ospedale Roberto Binaghi di Cagliari, aggiunge, “mi hanno riconosciuto e mi hanno detto che ho fatto bene″. Ma non sono mancate le critiche dei No Vax, alle quali Riva risponde:

″Io faccio quello che voglio, non dipendo sicuramente da loro: non mi fanno né caldo né freddo. Non ho nessun problema con loro, ma quando vedo le proteste in televisione cambio canale: non si può manifestare creando il caos, picchiandosi. Non voglio neanche commentare chi si comporta così, dopo un anno e mezzo di crisi mondiale dovuta alla pandemia, dopo così tanti morti″.

L’ex calciatore aggiunge:

“Per fortuna i miei familiari e i miei amici stanno bene. Però la mia badante, Zoia, che è ucraina e vive con me, ha preso il Covid ed è stata all’ospedale una ventina di giorni. Qui a casa è tornata dopo un mese. Ora sta bene. Per me nessun problema. Zoia, comunque, ha la sua stanza, e poi si è accorta subito di star male″.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli