Giletti a Mosca: intervista a Zakharova, malore, ira di Sallusti - Video

(Adnkronos) - Massimo Giletti conduce 'Non è l'Arena' da Mosca e, dopo la lunga intervista a Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri della Russia, ecco arrivare il malore in diretta. Il conduttore, infatti, si è assentato per circa 15 minuti, tornando poi in collegamento e parlando di quello che potrebbe essere stato "un calo di zuccheri". Nel frattempo, sempre nella movimentata putata di ieri, in onda anche l'ira di Alessandro Sallusti che - dopo un'ora di intervista a Zakharova - ha sbottato: "A questa sceneggiata io non voglio più partecipare...".

L'INTERVISTA A ZAKHAROVA - "Ho l'impressione che lei sia arrivato una settimana fa sulla Terra". Zakharova si rivolge così a Giletti nella lunghissima intervista sulla guerra con l'Ucraina. "L'Italia, il suo Paese che è membro della Nato, è entrata sul territorio dell'Iraq ed è entrata a Baghdad distruggendo e uccidendo. Mi sta raccontando che non si può entrare con le armi sul territorio degli altri paesi?", dice Zakharova in un passaggio.

"Ho detto più volte che l'Occidente ha commesso errori e per questo sono stato criticato. Le chiedo di uscire da discorsi storici, siamo nel 2022: ho visto una guerra fatta di stupri, omicidi, bambini ammazzati. Lei che ha una storia importante nella diplomazia deve fare in modo che la parola conti. Non si può continuare a fare la guerra. Io conosco la storia, non vengo da Marte", dice Giletti.

"Siete voi che non vi voltate indietro e non guardate la vostra storia -replica Zakharova-. Senza riconoscere i propri errori del passato non si può parlare del futuro. Vi chiedo di analizzare tutti i passi intrapresi dall'Occidente: l'unica cosa che vogliono ottenere gli Stati Uniti è l'isolamento e la distruzione della Russia. Non capite che con l'interruzione dei rapporti tra Russia e Europa", gli Stati Uniti "creano un danno a voi. Quando lo capirete?".

IL MALORE - Dopo l'intervista, Giletti ha quindi accusato un malore. "C'era molto freddo, forse un calo di zuccheri", ha spiegato il giornalista tornato in onda dopo un assenza di circa un quarto d'ora. "Massimo Giletti ha avuto un mancamento, speriamo di avere notizie presto", aveva avvertito da Roma Myrta Merlino allarmandosi per condizioni del collega. "Oddio, aiutate Massimo", le parole di Merlino. Poco dopo, notizie tranquillizzanti: "Vedo che Massimo è in piedi, ora ci ricolleghiamo con lui, appena sarà in condizioni di parlare".

L'IRA DI SALLUSTI: "SCENEGGIATA" - Nella movimentata puntata di ieri, quindi, in onda anche l'ira di Alessandro Sallusti che, stigmatizzando le parole di Maria Zakharova, ha attaccato: "A questa sceneggiata io non voglio più partecipare, grazie". "Pensavo fossi andato a Mosca per parlare al popolo russo. Mi trovo davanti ad un asservimento totale di fronte alla peggiore propaganda che ci possa essere. Il Cremlino è un palazzo di merda, lì il comunismo ha fatto i più grossi crimini", dice Sallusti rivolgendosi a Giletti. "Rinuncio al compenso pattuito ma non ci sto a fare la foglia di fico a quei due coglioni che hai lì di fianco, me ne vado", aggiunge, facendo riferimento a due ospiti russi accanto a Giletti, compreso il noto anchorman televisivo Vladimir Soloviev.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli