Gimbe: dimezzati i ricoveri per Covid rispetto alle ondate precedenti

·1 minuto per la lettura
Nino Cartabellotta durante la Convention Fiaso 2018 a Palazzo dei Congressi all'Eur, Roma 08 Novembre 2018.
ANSA / LUIGI MISTRULLI (Photo: LUIGI MISTRULLIANSA)
Nino Cartabellotta durante la Convention Fiaso 2018 a Palazzo dei Congressi all'Eur, Roma 08 Novembre 2018. ANSA / LUIGI MISTRULLI (Photo: LUIGI MISTRULLIANSA)

Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, su Radio Cusano Campus, ha detto: “La stagione turistica estiva l’abbiamo salvata grazie alla campagna vaccinale. La percentuale di ospedalizzazioni è molto inferiore rispetto allo stesso numero di casi delle ondate precedenti, è circa la metà. Questo vuol dire che il vaccino funziona”.

Rispetto ai numeri dell’epidemia, Cartabellotta ha affermato: “Dal punto di vista dei contagi nelle ultime 3 settimane abbiamo assistito ad una sostanziale stabilizzazione. ” Il presidente ha inoltre sottolineato che le “differenze regionali importanti” che si osservano dipendono dalla copertura vaccinale e dalla percentuale di over 50 non vaccinati: “La Sicilia ha la quota più alta di over 50 non vaccinati, mentre la Puglia la più bassa e la differenza si vede”.

Ciò che preoccupa di più la Fondazione, in vista dei prossimi mesi, è l’emergere di nuove varianti e anche il potenziale calo della copertura vaccinale. “La protezione - ha spiegato Cartabellotta- rimane molto alta per ricoveri e decessi, mentre sul contagio stiamo iniziando a vedere un lieve calo della protezione”. Altra preoccupazione è quella legata “ai 3 milioni e mezzo di over 50 non ancora vaccinata: questo si può tradurre in un numero più alto di ospedalizzazioni che può determinare nuove chiusure, anche se è verosimile che non ci siano più chiusure come quelle viste in passato”. Per questo, ha concluso Cartabellotta, ”è giusto ragionare sull’obbligo vaccinale”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli