Ginnastica: Fgi su denuncia Nina Corradini, 'informata la Procura federale'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 ott. – (Adnkronos) – "La Fgi non tollera alcuna forma di abuso ed è sempre al fianco di tutti i propri tesserati. Lo sport, con la ginnastica in primis, è rispetto della persona, celebrazione del talento e del benessere. Sono state date disposizioni perché siano immediatamente informati la Procura Federale e il Safeguarding Officer per gli accertamenti e le azioni di rispettiva competenza". Così la Federazione ginnastica italiana (Fgi) in un comunicato sul proprio sito ufficiale in merito all'intervista dell'ex atleta Nina Corradini a 'Repubblica' dove denuncia offese e umiliazioni da parte delle allenatrici federali per restare nei parametri del peso della squadra azzurra di ginnastica ritmica.

"Su questi profili la Federazione è impegnata a migliorare sia l’informazione che la prevenzione -aggiunge la nota della Fgi-. Pochi mesi fa è iniziato un progetto pilota e istituito il Safeguarding Officer, organo nuovo, con competenze specifiche, psicologiche e legali che, insieme alla Procura Federale, ha un approccio a tutto tondo. Per questo motivo si invitano tutte le ginnaste e i ginnasti, i tecnici e i dirigenti a farsi avanti e chiunque abbia informazioni contatti la Fgi, la quale garantirà riservatezza e ascolto. Solo tutti insieme si possono affrontare questi intollerabili comportamenti e sradicarli dal mondo della Ginnastica che è forte, sano e non ha spazio per chi non condivide i valori dello sport".