Ginnastica: Malagò, 'salvaguardare atlete ma movimento è sano e rispettoso regole'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 2 nov. – (Adnkronos) – "Parliamo di un movimento con diverse centinaia di migliaia di tesserati, con la ritmica che rappresenta il fiore all'occhiello del sistema sportivo italiano. Giusto fare chiarezza e verificare tutto, la salvaguardia degli atleti è al primo posto. Ma il movimento è sano, serio e rispettoso delle regole". A parlare è il presidente del Coni, Giovanni Malagò, commentando le recenti denunce di abusi e violenze verbali delle ginnaste, durante una conferenza stampa al fianco del ministro dello sport Andrea Abodi e del numero uno della Federginnastica Gherardo Tecchi. "Ho sentito la dt Maccarani per avere la sua opinione, lei è membro di Giunta e rappresenta tutti i tecnici italiani -prosegue Malagò-. È l’allenatrice più vincente nella storia sportiva del Paese. Di persone serie e belle come lei ne ho incontrate poche". Infine il presidente del Coni assicura sull'impegno della Fgi sul tema. "Tecchi è un gentiluomo d’altri tempi e una persona innovativa. In consiglio nazionale parlai di questo suo progetto, il Safeguarding Officer. Molte federazioni hanno copiato questo modello, è l’occasione migliore per dimostrare efficienza e rapidità del sistema".