Gio Evan: "Dopo post Isoardi diventai l'opposizione per un giorno"

webinfo@adnkronos.com

di Ilaria Floris 

"E' stata una grande esposizione mediatica, una lente di ingrandimento su di me. Era una situazione un po' politica, dopo che io per sei anni avevo evitato di parlare di politica e avevo sempre parlato di 'poetica', 'etica', 'poletica', e invece, per venti minuti diventi 'l'opposizione'". A dirlo all'Adnkronos è il poeta e cantautore Gio Evan, ospite questo pomeriggio di 'Adnkronos Live'.  

Ricordando il momento di improvvisa ed eccezionale 'notorietà' legato alla citazione di uno dei suoi versi da parte di Elisa Isoardi, che ricorse alle sue parole con un post su Instagram durante la sua separazione da Matteo Salvini, l'artista pugliese sorride sottolineando come in seguito tutto abbia ripreso le sue dimensioni 'normali', dopo un boom di like e di endorsement.  

"Come a Carnevale, i coriandoli vanno via -dice Gio Evan- Tutto poi torna al suo posto. Ti faccio un esempio: molti devoti di Salvini hanno messo like alle mie pagine, e il giorno dopo hanno trovato una poesia anarchica che non corrispondeva alle loro idee e l'hanno tolto. Insomma, tutto si riposiziona e si riequilibra". Il poliedrico artista di Molfetta è, allo stato attuale, uno dei poeti viventi più seguiti in assoluto, con 620mila followers su Instagram.