Giochiamo Milan-Roma in anticipo

Niccolò Mariotto
·3 minuto per la lettura

In attesa del big-match tra Milan e Roma valido per la quinta giornata di campionato, andiamo ad analizzare pregi e difetti delle due squadre prevedendo quelli che potrebbero essere i punti focali della gara che potrebbero fare la differenza per la vittoria di una o dell'altra.

Come giocano le due squadre

DeFodi Images/Getty Images
DeFodi Images/Getty Images

Milan e Roma hanno una filosofia di gioco piuttosto simile: le due squadre giocano un calcio a forte trazione offensiva poggiandosi sui rispettivi centravanti Ibrahimovic e Dzeko che fungono da veri e propri fari attorno ai quali ruota tutta la manovra. Da entrambe le parti sono poi presenti giocatori di indubbie qualità come Hernandez, Pellegrini, Brahim Diaz e/o Mkhitaryan, lo spettacolo domani non dovrebbe mancare.

Il punto di forza del Milan

Jonathan Moscrop/Getty Images
Jonathan Moscrop/Getty Images

Fin qui in questo inizio di stagione il punto di forza del Milan è senza dubbio il reparto arretrato: nelle prime 4 giornate i rossoneri hanno subito appena 1 gol dimostrando un'ottima solidità difensiva che non si vedeva da anni. La storia ci insegna che per vincere in Serie A serve sì un attacco prolifico ma anche e soprattutto una solida difesa: e se fosse davvero l'anno del Milan?

Il punto di forza della Roma

Alessandro Sabattini/Getty Images
Alessandro Sabattini/Getty Images

Il maggior punto di forza della Roma è il suo capitano Edin Dzeko. Il centravanti bosniaco, che questa estate sembrava sul punto di andarsene ma alla fine è rimasto nella Capitale, è la vera arma in più dei giallorossi: autore già di 2 gol in 3 partite in questo inizio di stagione, il numero 9 nei match di cartello si esalta e contro il Milan potrebbe fornire l'ennesima ottima prestazione della sua avventura romana.

Il punto debole del Milan

Alessandro Sabattini/Getty Images
Alessandro Sabattini/Getty Images

Numeri alla mano l'inizio di stagione dei rossoneri è indubbiamente ottimo ma alla lunga la truppa di Pioli potrebbe pagare il fatto di essere una squadra giovanissima: l'età media della squadra è di 24.4 anni e in occasione dei match di cartello come quello contro la Roma di domani questo aspetto può pesare non poco. L'esperienza può fare la differenza.

Il punto debole della Roma

TF-Images/Getty Images
TF-Images/Getty Images

Il punto debole della Roma, numeri alla mano, è la porta. Il fatto che mister Fonseca non abbia ancora deciso chi tra Pau Lopez e Mirante sia il portiere titolare la dice lunga. La stagione è iniziata già da più di un mese e questo fatto è abbastanza imbarazzante: nessun portiere fin qui ha dimostrato appieno di meritarsi il posto da titolare lasciando Fonseca nell'indecisione più totale.

Quale potrebbe essere la chiave della partita?

Jonathan Moscrop/Getty Images
Jonathan Moscrop/Getty Images

Vincerà chi riuscirà ad imporre il proprio gioco. Sia il Milan che la Roma sono solite controllare gli avversari facendo loro la partita e cercando di mantenere in mano il pallino del gioco, chi riuscirà a imporsi sul proprio avversario (in particolar modo a centrocampo) e a sfruttare le occasioni da gol nel migliore dei modi dimostrando caparbietà e freddezza sotto porta, allora riuscirà a portare a casa i tre punti.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan, della Roma e della Serie A.