Re Giordania Abdullah preoccupato per presenza Isis in Iraq -2-

Mgi

Roma, 13 gen. (askanews) - Nell'agenda dei colloqui di Abdallah figura anche la crisi fra Stati uniti ed Iran: "Fino ad ora sembra che si stia assistendo a un allentamento della tensione, speriamo che questa tendenza continui: ciò che accade a Teheran ha delle conseguenze in Iraq, Giordania, Libano e nel processo di pace israelo-palestinese".

Per quanto riguarda la Libia, nonostante il cessate il fuoco negoziato con Russia e Turchia che è entrato in vigore domenica il monarca giordano denuncia "l'arrivo di combattenti stranieri venuti dalla Siria, migliaia di foreign fighters che hanno lasciato la provincia di Idlib per recarsi in Libia".(Segue)