Giorgetti: attenzione a non sconnettersi con la realtà del Paese

Pat

Rimini, 23 ago. (askanews) - "Attenzione a non sconnettersi con la realtà del Paese" perché alla fine, governando senza avere il consenso popolare, "sente questo come una manovra fine a stessa". Lo ha detto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, nel corso dell'Intergruppo Sussidiarietà al Meeting di Cl.

"Staremo a vedere quello che si presenterà - ha detto Giorgetti -. Io dico che semplicemente ci deve essere un governo che possa governare che prenda delle decisioni. Quando ti rendi conto che quel modo di operare non produce risultati è giusto mettersi in discussione. Noi lo abbiamo fatto".

"Se altri pensano di potere costruire un governo che decida, che faccia il bene del Paese e non semplicemente dei parlamentari che in questo modo possano prolungare la loro permanenza lì, ben venga - ha proseguito Giorgetti -. Però attenzione a non sconnettersi con la realtà del Paese. Attenzione a non chiudersi nel castello e nel palazzo. Perché io ho l'impressione, e non voglio agitare le piazze, quello che sento io è che la gente sente questo come una manovra fine a stessa. E la democrazia alla fine è sempre legittimazione popolare e se non c'è legittimazione popolare ma solo parlamentare alla fine diventa molto molto complicato".