Giorgetti incontrerà Commissione attività produttive Regioni

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 mar. (askanews) - La Commissione attività produttive della Conferenza delle Regioni incontrerà, la settimana prossima, il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti. E' quanto emerge dalla riunione che si è svolta oggi dell'XI Commissione Attività Produttive della Conferenza delle Regioni, di cui il vice presidente della Regione Marche, Mirco Carloni ne è coordinatore.

Alla conferenza hanno partecipato tutti gli assessori regionali competenti in materia, e si è discusso di temi fondamentali sulla situazione in cui versa attualmente l'Italia. Una fotografia reale del Paese, da sottoporre al ministro Giorgetti, che si è reso disponibile a partecipare la settimana prossima ad una riunione straordinaria della commissione, a seguito dell'incontro avuto in precedenza con Carloni.

È stato convenuto, all'unanimità, che in qualità di coordinatore Carloni raccoglierà le relazioni che ciascuna regione riterrà opportuno inviare, dove saranno evidenziate le criticità connesse ai propri territori e alla situazione pandemica in atto. Ciò per moderare al meglio l'incontro e trarne un proficuo confronto tra le Regioni ed il ministro. Tra i temi all'ordine del giorno il vice presidente Carloni ha esposto la tematica della semplificazione amministrativa, accolta all'unanimità dagli altri assessori regionali, proponendo modifiche riguardanti l'inizio, il trasferimento, l'ampliamento delle attività di commercio al dettaglio negli esercizi di vicinato, del commercio su aree pubbliche e della vendita mediante apparecchi automatici.

Il vice presidente ha, inoltre, fatto presente la situazione caotica che si è venuta a creare dopo l'intervento dell'anti trust sulle concessioni del commercio su aree pubbliche (ambulanti) a Roma capitale. Per Carloni il settore sta vivendo un caos normativo ed è ora che si ponga in evidenza, in modo coeso, la situazione a livello nazionale. Infine sono state discusse le designazioni, per costituzioni e rinnovi, di alcuni rappresentanti regionali per cariche di rilevanza nazionale. Essenziale è stato l'intervento del vice presidente che ha portato alla nomina del candidato per la Regione Marche, Stefano Recchi, come rappresentante delle Regioni nel Consiglio di Gestione del Fondo Centrale di Garanzia delle Piccole e Medie Imprese.