Giorgetti: per Alitalia transizione dolorosa, serve un partner internazionale

·2 minuto per la lettura

AGI - "Nasce una società interamente a capitale pubblico, la Commissione Europea ci chiede una totale discontinuità con Alitalia. Tutti quanti devono comprendere l'incredibile sforzo che noi stiamo facendo per fare partire e non è affatto facile una compagnia pubblica che però risponda a criteri di economicità. Saranno mesi di transizione dolorosi, anche sotto il punto di vista dell'assetto e occupazionale. Saranno mesi molto complicati". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, intervenendo al Festival dell'Economia di Trento.

"Non sarà una compagnia low cost, non farà concorrenza a queste ma la compagnia dovrà, a giudizio del governo, trovare un partner internazionale con cui fare sinergia nel contesto globale delle connessioni". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, intervenendo al Festival dell'Economia di Trento rispondendo a una domanda su Alitalia. 

"Il blocco dei licenziamenti va rivisto"

"Il blocco dei licenziamenti deve essere rivisto e collegato inevitabilmente a quello che è un nuovo sistema degli ammortizzatori sociali che però non può essere quello del mondo pre pandemia". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, intervenendo al Festival dell'Economia di Trento. "Io credo che il blocco dei licenziamenti sia stato una misura eccezionale e tale deve rimanere dovuta a una situazione eccezionale. Io non sono tra quelli che crede che i posti di lavoro si facciano con decreto legge.

Il problema è come gestire questa transizione", ha aggiunto. "La ripresa sarà più veloce di quello che pensiamo ma dipende da settore a settore e il blocco dei licenziamenti andrebbe declinato con valutazioni settore per settore". Inoltre, "abbiamo il problema di rinnovare il sistema degli ammortizzatori sociali, abbiamo surrogato con la Cassa Covid settori in cui non c'era la cassa integrazione", ha spiegato. 

"Preso impegno con Ue su riforma giustizia"

Nella riforma della giustizia "ci credo, e non penso solo al penale ma penso anche alla giustizia tributaria e amministrativa. Dobbiamo fare grandi passi in avanti, Cartabia sta lavorando molto seriamente, abbiamo preso un impegno con l'Ue, è un altro tassello fondamentale della nuova Italia". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, intervenendo al Festival dell'Economia di Trento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli