Giorgia Manenti è morta a 25 anni: le cause della morte

Bergamo Giorgia Manenti
Bergamo Giorgia Manenti

Stava lavorando nella ditta di famiglia quando la vita di Giorgia si è spezzata all’età di 25 anni. Stando a quanto si apprende, la giovane avrebbe perso la vita dopo essersi accasciata, forse a causa di un malore.

Nell’impatto il viso sarebbe finito dentro una vasca esterna che veniva usata – riporta la Repubblica – per risciacquare i pezzi di assemblaggio. Il dramma si è consumato nella giornata di giovedì 8 settembre a Tagliuno di Castelli Calepino in provincia di Bergamo. La scomparsa ha lasciato attonita un’intera comunità.

Bergamo, morta Giorgia Manenti: i soccorsi

Non sarebbe ancora chiaro cosa le possa essere accaduto in quei tragici momenti. Pare che la giovane si sia sentita male proprio mentre stava parlando al telefono con un’amica. La vasca si trovava in un’area in fondo alla struttura, pertanto in una zona non semplice da raggiungere nell’immediato. L’allarme agli operatori sanitari del 118 è stato dato dal padre della giovane che ha provveduto a soccorrere la figlia qualche minuto dopo l’incidente.

I funerali

Nel frattempo sul posto sono giunti l’ambulanza con elisoccorso e automedica. A nulla tuttavia sono valsi gli sforzi degli operatori sanitari che hanno fatto tutto il possibile per rianimare la giovane. Non verrà invece effettuata l’autopsia: i funerali sono stati fissati alle ore 17 di sabato 10 settembre.