Giorgia Meloni: “Barricate in Parlamento per impedire Ius soli”

Giorgia Meloni Ius soli

Dopo la proposta rilanciata dal Partito Democratico di approvare lo Ius soli, Giorgia Meloni annuncia che il suo partito si prepara a fare le barricate in Parlamento contro quella che definisce “l’ennesima follia anti-italiana“.

Giorgia Meloni sullo Ius soli

Da sempre mostratasi contro la riforma che regola l’attribuzione della cittadinanza italiana a cittadini stranieri, Giorgia Meloni ribadisce il suo no all’approvazione dello Ius soli. Sostiene infatti che la cittadinanza non possa e non debba essere un automatismo. Al contrario qualcosa da meritare e concedere solo a chi dimostra di amare e rispettare la nostra cultura e identità.

Non manca poi di accusare Zingaretti e i dem di nascondersi dietro quello che chiamavano “Ius culturae” e che avrebbe dovuto occuparsi dei minori per “usare i bambini come scudo umano per regalare la cittadinanza a tutti“. Va sottolineato che si tratta comunque di due provvedimenti differenti. Giorgia Meloni ha dato il via ad una raccolta firme contro entrambe le proposte di legge. Ha poi annunciato che i suoi gruppi parlamentari faranno di tutto per impedire “questa vergogna“.

A rilanciare Ius soli e Ius culturae è stato il segretario del Partito Democratico direttamente dalla tre giorni di Bologna, terminata con l’approvazione del nuovo statuto. Qui ha sottolineato la necessità di rivedere al più presto i Decreti Sicurezza di Salvini e di far approvare le altre due leggi. Una proposta che ha incontrato le critiche di due dei partiti alleati di governo, ovvero M5S e Italia Viva. Il primo si è infatti detto sconcertato di fronte alle affermazioni di Zingaretti, il secondo le ha definite senza mezzi termini ipocrite.