Giorgia Meloni propone una scuola senza bocciature

Scuola Giorgia Meloni
Scuola Giorgia Meloni

A scuola potrebbero essere abolito il sistema della bocciatura o almeno questo è quanto è stato proposto dalla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Si tratta in particolare di uno dei punti che è stato incluso nel programma di Governo della destra e che è stato presentato nella seconda giornata di lavori della conferenza di Fratelli d’Italia. Tra i punti del programma portati all’attenzione anche quello dei poteri limitati per i pm e un aumento delle pensioni per i nonni che si occupano economicamente dei nipoti.

Scuola, in cosa consiste la proposta di Giorgia Meloni

In che cosa consiste il modello scolastico proposto da Giorgia Meloni “senza bocciature”? La leader di Fratelli d’Italia ha spiegato che il modello alla base di questo sistema sono gli A-Levels britannici che tradotto significa non bocciare mai, ma certificare alla fine di ogni anno scolastico il livello di conoscenza raggiunto.

Luca Ricolfi: “Le riforme della scuola progressiste hanno aumentato le disuguaglianze”

La proposta fatta da Giorgia Meloni ha immediatamente riscosso apprezzamenti da parte del sociologo Luca Ricolfi che è arrivato a definire questo tipo di scuola “rivoluzionario”. “Le riforme della scuola progressiste, promosse con l’idea di aiutare i ceti deboli, hanno aumentato le disuguaglianze […] perché un’istruzione di basso livello danneggia i ceti popolari. In quanto i ceti ricchi hanno la possibilità di supportare i figli con ripetizioni e lezioni private, mentre i ceti popolari devono accontentarsi di un’istruzione di scarso livello”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli