Giorgia Meloni ha spiegato la questione dell'applauso alla Segre

"Nel contrasto dell'antisemitismo noi di Fratelli d'Italia siamo totalmente a disposizione e non da oggi" e "la senatrice Segre, per la quale ho un enorme rispetto, va protetta da tutta la società italiana, non ci sono divisioni su questo". Lo ha assicurato la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, in un'intervista al Corriere della Sera.

La Meloni ha parlato di "chiara mistificazione" per le accuse per il mancato applauso in aula dopo il varo della commissione contro l'odio: "Lì veniva applaudito il provvedimento e non certo la senatrice Segre, l'ho detto anche a lei quando ci siamo sentite al telefono".

"Il problema di quella commissione, che viene da lontano e prima si chiamava commissione Boldrini, è che si lascia alla discrezione dei politici stabilire quali siano le parole d'odio e quali no, questo non mi fa sentire tranquilla", ha sottolineato la leader di FdI.