Giorgia Soleri, come sta: "Tanto dolore, respiro a fatica"

·2 minuto per la lettura
giorgia soleri come sta
giorgia soleri come sta

Qualche giorno fa, Giorgia Soleri è stata operata per endometriosi. La fidanzata di Damiano dei Maneskin ha condiviso con i fan la sua battaglia, cercando di sensibilizzare più persone possibili su una problematica ancora sottovalutata. Come sta la modella?

Giorgia Soleri: come sta?

Dopo l’intervento per endometriosi, Giorgia Soleri è tornata a parlare con i fan delle sue condizioni di salute. Il post operatorio è stato molto doloroso e la modella non nasconde neanche i cerotti che ha sul basso ventre. “La laparoscopia non sono tre buchetti. Non sto bene. Non sentitevi sbagliate se il vostro corpo ha bisogno di più tempo di quanto avreste pensato“, ha dichiarato la fidanzata di Damiano dei Maneskin.

Giorgia Soleri, come sta: le sue parole

Giorgia ha spinto le donne che la seguono a non vergognarsi della malattia e, soprattutto, ha cercato di spingerle a cambiare medico laddove la diagnosi non sia immediata. Questo perché lei ha impiegato ben 11 anni per sapere che soffre di endometriosi. Ha trascorso tutto questo tempo a contorcersi dai dalori, con altre patologie debilitanti come la vulvodinia. E’ per questo che la Soleri ha deciso di sensibilizzare quante più persone possibili su queste malattie. Giorgia non si è ancora ripresa dall’intervento, che come lei ha sottolineato è stata “pesante” per il suo organismo. Ha dichiarato:

“Ho subito un’operazione. Hanno tolto, tagliato, ricucito, sistemato i danni della malattia accumulati in anni e anni di mancata diagnosi e terapia (che non significa cura, ci tengo a ricordarlo). Ho tanto dolore. Quando passa l’effetto dei medicinali, fatico a respirare a pieni polmoni perché mi sembra di essere un vaso rotto e va bene cosi, non c’è niente di sbagliato”.

Giorgia Soleri, come sta: il post operatorio

La Soleri, poi, ha sottolineato che il post operatorio è molto soggettivo, per cui non bisogna demoralizzarsi. Ha dichiarato:

“Devo prendermi il mio tempo e dare modo al mio corpo di rimettersi insieme considerando che era un corpo già estremamente provato e debilitato prima dell’operazione, ma non è una passeggiata. Rifarei l’intervento? Assolutamente si. Però ecco: non per tutte le persone è una passeggiata di salute. Siamo tutte diverse e il post operatorio è estremamente soggettivo. Non sentitevi sbagliate se il vostro corpo ha bisogno di più tempo di quanto avreste pensato, o di quanto avevate letto nelle varie testimonianze. È un percorso personale e in quanto tale valido in ogni sfumatura ed esperienza”.

Giorgia Soleri ha ricevuto tantissimi messaggi di solidarietà e affetto e in tante l’hanno ringraziata per le sue parole sull’endometriosi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli