Giorgio Tirabassi: “I miei colleghi sono analfabeti”

giorgio tirabassi

Di recente Giorgio Tirabassi si è raccontato in una lunga intervista al settimanale “VeroTv”. Qui ha scelto di parlare di diversi argomenti, tra cui anche il suo rapporto con alcuni colleghi. Il popolare attore ha inoltre precisato qual è il suo modo di vedere il mondo della televisione di oggi, rispondendo alle domande senza peli sulla lingua.

Giorgio Tirabassi commenta i suoi colleghi

Rispondendo dunque con estrema trasparenza alle domande del giornale, Giorgio ha svelato anche il suo pensiero critico circa il comportamento di alcuni suoi colleghi attori. “Fosse per me, un attore dovrebbe mostrarsi solo nei film i cui recita o sul palcoscenico di teatro. Molti sono purtroppo interessati solo alla popolarità e sono quasi analfabeti. Non hanno passione, ecco perché non imparano niente”.

L’amato interprete di “Squadra mobile” ha poi continuato affermando: “Quando ho iniziato questo lavoro si sapeva di andare a braccetto con la povertà. Oggi invece vogliono tutti svoltare”. In merito poi al modo di fare televisione in generale, l’attore ha precisato che non gli piace: “La trovo poco interessante. Vedo e salvo poche cose, tra cui Report e L’Eredità […] La gente che grida e litiga nei salotti tv la reputo pornografia televisiva”.

Grande attore e regista, Giorgio Tirabassi ha vinto nel 2002 il David di Donatello per il miglior cortometraggio per Non dire gatto. Molto apprezzato in tv, è inoltre considerato un eccellente autore di teatro, con numerosi spettacoli che lo vedono sia protagonista sul palco che dietro la scrittura.