Giornalista morta di malaria: Agrigento piange Loredana Guida

Giornalista morta malaria

Tragedia ad Agrigento, dove una giornalista è morta dopo aver contratto la malaria durante un viaggio in Nigeria. La donna si era recata al Pronto Soccorso giorni prima a causa di un malessere, ma la malattia non le era stata diagnosticata.

Giornalista morta di malaria

Loredana Guida, questo il nome della vittima, aveva 44 anni ed era un’insegnante. Da quindici anni collaborava anche con diverse testate locali, tra cui il Giornale di Sicilia e di AgrigentoNotizie. Poco dopo essere tornata da un viaggio in Africa, la donna ha iniziato ad accusare malessere e febbre alta, motivo per cui si è recata al Pronto Soccorso. Dopo un’attesa di nove ore ha però firmato le dimissioni ed è tornata a casa senza aver ricevuto alcuna visita, nonostante avesse fatto presente di aver compiuto un viaggio in terra africana.

A distanza di cinque giorni in cui ha consultato qualche medico, la situazione si è aggravata e Loredana ha iniziato a perdere conoscenza. I sanitari del 118 giunti a casa sua l’hanno quindi portata all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Qui i medici l’hanno ricoverata e, dopo i dovuti accertamenti, hanno effettuato la tragica scoperta, ovvero che avesse contratto la malaria terzana maligna. Lo stesso ceppo per altro di cui nel 1960 era rimasto vittima il ciclista Fausto Coppi.

Non essendoci posto in alcun reparto di Malattie infettive, alla 44enne sono stati somministrati alcuni farmaci specifici giunti da Messina. Poco prima della morte la Prefettura di Agrigento aveva anche chiesto l’intervento degli specialisti dell’istituto nazionale per malattie infettive Spallanzani di Roma.

Nella notte tra lunedì 27 e martedì 28 gennaio 2020 il suo quadro clinico si è però aggravato e il suo cuore ha smesso di battere.