Giornaliste minacciate, Fiano (Pd): basta intimidazioni

Pol/Arc

Roma, 9 gen. (askanews) - "Le minacce ai danni di due giornaliste durante l'anniversario di Acca Larenzia, riprese in un video, saranno oggetto di una mia interrogazione. Non se ne può più di questo clima di intimidazione contro il diritto di cronaca, qualunque sia il colore di chi vuole intimidire i giornalisti". Lo ha scritto in un post su Facebook Emanuele Fiano, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

"In questo caso però - ha proseguito - un colore ben conosciuto, visto che parliamo del vicepresidente di Casapound Andrea Antonini, ex consigliere municipale, che avvicinandosi a due giornaliste presenti alla commemorazione del 42esimo anniversario di Acca Larenzia, (dove nel 1978, furono barbaramente assassinati tre militanti missini, con rivendicazione dei 'Nuclei Armati di Contropotere territoriale' gruppo poco conosciuto dell'estremismo di sinistra), minaccia e prova a distruggere la videocamera che filmava una pubblica manifestazione. Sono certo che le forze dell'ordine sporgeranno denuncia, visto che erano anche fisicamente presenti in quel punto, verso chi ha espresso quelle minacce; non è possibile nessuna tolleranza verso la violenza, né verso chi nega il diritto di cronaca".