I giornalisti e la Casa Bianca tentano di tornare alla normalità. Con una cena

Nicholas Kamm / AFP

AGI - Non è stata solo l'assenza di mascherine ai tavoli a segnare il ritorno alla normalità nei rapporti tra la Casa Bianca e i giornalisti. Per la prima volta dopo sei anni (4 se si considera che le ultime due edizioni non si sono tenute), il presidente degli Stati Uniti è tornato a partecipare alla cena dei corrispondenti dalla Casa Bianca a Washington.

Joe Biden ha preso in giro il suo gradimento in calo, ha fatto diverse battute aspre sul suo predecessore, Donald Trump, e ha accettato quelle del presentatore del Daily Show, Trevor Noah, nella festa sfarzosa che mescola politica di Washington, media e Hollywood.

E non sono mancati i riferimenti più seri: al conflitto in corso in Ucraina e alle sfide alla democrazia e alle libertà dei media in patria e all'estero.

"Sono davvero entusiasta di essere qui stasera con l'unico gruppo di americani con un indice di gradimento inferiore al mio", ha detto Biden in apertura del suo discorso.

L'associazione del corpo stampa della Casa Bianca, la WHCA, ha ospitato i presidenti per una cena annuale da Calvin Coolidge nel 1924.

L'evento degli eventi per la stampa di Washington - amato da alcuni, detestato da altri - aveva avuto un brusco scossone già prima del virus, quando, nel 2019 un Donald Trump in rotta di collisione con i giornalisti si era rifiutato di presenziare ed era mancata la consueta presenza di un comico ad aprire la serata dopo la disastrosa - e per molti imbarazzante - performance di Michelle Wolf contro la portavoce della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders.

Quindi, raccogliere 2.600 invitati al Washington Hilton, dove un folle tentò di uccidere Ronald Reagan nel 1981, è stato un ritorno all'ambiente familiare, con Joe Biden a portata delle battute di Noah.

Biden ha riconosciuto che gli anni passati sono stati difficili. "Abbiamo avuto un'orribile pestilenza seguita da due anni di Covid", ha scherzato alludendo alla presidenza Trump.

Le sue osservazioni hanno poi preso una piega più seria, omaggiando i giornalisti che si sono occupati della guerra in Ucraina e avvertendo che c'è "un veleno che attraversa la nostra democrazia... con una disinformazione in forte aumento. Voi, la stampa libera, siete più importanti oggi di quanto siate stati nel secolo scorso", ha detto Biden.

La vaccinazione contro il Covid-19 era obbligatoria per il gala, e molti hanno manifestato qualche perplessità sull'opportunità della partecipazione del 79enne Biden dopo che il suo vice, Kamala Harris, è risultata positiva al virus la scorsa settimana e lo stesso Anthony Fauci ha dato forfait.

Biden per precauzione non ha mangiato, anche se non indossava una mascherina. "Trevor, la buona notizia è che ora puoi mettere sulla graticola il presidente", ha detto  presentando il comico. "E a differenza di quanto succede Mosca, non andrai in galera per questo".

Noah ha aperto il suo discorso dicendo che era onorato di ospitare "l'evento di superdiffusione del virus più illustre della nazione". I giornalisti "sono stati così duri con te, cosa che non capisco", ha scherzato con Biden, "Da quando sei entrato in carica, tutto cresce: la benzina, l'affitto, il cibo. Tutto."

Biden, che ha riso per tutto il tempo, ha voluto marcare la differenza con Trump, che non solo non ha mai partecipato alla cena, ma ha bollato i giornalisti "il nemico del popolo".

Il presidente della WHCA Steven Portnoy, della radio CBS, ha detto che era tempo di tornare alla tradizione, con una serata in onore dei giornalisti pionieri del passato, vincitori di premi di oggi e in onore dei giornalisti morti durante la guerra in Ucraina. Noah gli ha fatto eco, quando ha definito il diritto alla libera stampa una "benedizione".

"Ponetevi questa domanda: se i giornalisti russi - che stanno perdendo la loro libertà per aver osato riferire su ciò che sta facendo il loro stesso governo - avessero quello che avete voi, lo userebbero nel vostro stesso modo?" ha detto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli