Giornalisti: Fratoianni, 'tribunale Roma oscura inchiesta Fanpage su Lega, è censura'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 set. (Adnkronos) – “In questo Paese siamo all’incredibile, mentre decine di cronisti sono sotto scorta dello Stato per le loro coraggiose inchieste, arriva oggi la notizia che il Tribunale di Roma ha deciso di oscurare e sequestrare preventivamente le pagine dell’inchiesta di Fanpage sui rapporto opachi e chiaccherati di Durigon e i fondi della Lega. Mai vista un’azione simile, che ha dell’incredibile nel nostro Stato". Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni.

"Mi auguro che non solo dal mondo del giornalismo si levino parole chiare e nette su questo scandalo, ma che dal mondo delle istituzioni e della politica siano assunte iniziative immediate. Noi presenteremo nelle prossime ore – prosegue il leader di SI – un’interrogazione parlamentare e chiediamo alla ministra Cartabia di attivare immediatamente un’ispezione ministeriale al Tribunale di Roma, perche non siamo all’epoca della censura o delle 'leggi fascistissime'”.

"Non vorremmo proprio che qualcuno, magari nostalgico delle proprie passate e sfortunate avventure in politica tra i fascisti, abbia colto la palla al balzo per rifarsi un’immagine. Ai giornalisti di Fanpage e a tutti i loro colleghi con la schiena diritta – conclude Fratoianni – la nostra solidarietà, perchè sappiamo che non si faranno intimidire neanche questa volta”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli