Giornalisti, Nardella: inasprire pene per chi minaccia o aggredisce

Vep

Firenze, 21 ott. (askanews) - "Abbiamo voluto questo incontro oggi per accendere i riflettori su un fatto grave che si ripete ormai quotidianamente. Si tratta di tutti quei condizionamenti, quelle minacce, quelle violenze che limitano e ostacolano l'attività dei giornalisti. Dobbiamo partire dal principio fondamentale ad essere informati e della libertà di informazione". Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella parlando con i giornalisti al suo arrivo al Teatro della Compagnia al convegno "Informazione sotto scorta" al quale partecipa anche il vice presidente del Csm Davide Ermini e il sottosegretario con delega all'Editoria Andrea Martella.

"Da Firenze lanciamo una proposta alla modifica alla legislazione per inasprire le pene per chiunque si renda responsabile di minacce, di violenze o di qualunque forma di condizionamento dell'attività del giornalista sulla base del principio della libertà di informazione", ha concluso.