Giornata della Memoria, Prefettura Venezia: medaglie a deportati

Bnz

Venezia, 27 gen. (askanews) - Alla Prefettura di Venezia si è tenuta la cerimonia di consegna delle medaglie d'onore "ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra ed ai familiari dei deceduti", disposta dal presidente della Repubblica con legge 27 dicembre 2006.

La consegna, avvenuta davanti ad autorità civili e militari e alla presenza di numerosi cittadini, è stata preceduta dall'inno di Mameli, eseguito dagli alunni dell'Istituto comprensivo Filippo Grimani di Marghera - coro della scuola primaria assieme all'ensemble strumentale dell'indirizzo musicale della scuola secondaria - e dai saluti delle autorità: il prefetto Vittorio Zappalorto, la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, e il consigliere della Comunità Ebraica, Enrico Levis.

"Vorrei esprimere - ha esordito Damiano - la mia più alta stima e il mio profondo rispetto per tutti coloro che hanno dovuto affrontare difficoltà, dolori e patimenti a causa della deportazione e dell'internamento nei lager nazisti. Il mio pensiero va sia a chi ha dovuto personalmente subire queste angherie, sia ai familiari, che prima si sono visti strappare i propri cari e poi o non hanno più potuto riaverli accanto, o hanno, con amore e pazienza, curato negli anni successivi le ferite fisiche e soprattutto spirituali di chi è tornato a casa".