Giornata dello Spazio celebrata anche dall’Aeronautica militare

·1 minuto per la lettura
featured 1552271
featured 1552271

Roma, 16 dic. (askanews) – Anche l’Aeronautica militare ha celebrato la Giornata nazionale dello Spazio, istituita il 16 dicembre, con un evento nell’auditorium del Palazzo sede dello Stato Maggiore della Forza armata, a Roma. All’evento hanno preso parte, tra gli altri, il Capo di Stato maggiore dell’Aeronautica, generale di Squadra aerea Luca Goretti e l’astronauta dell’Esa e generale pilota sperimentatore dell’Aeronautica, Roberto Vittori.

“La Giornata dello Spazio, per l’Aeronautica militare riveste un’importanza determinante – ha detto Goretti – noi abbiamo dei compiti istituzionali da svolgere, da assicurare, sono quelli della difesa e della sicurezza del territorio che si fa dall alto, guardando verso il basso ma, oggi come oggi, si fa anche dall alto guardando verso ancora più in alto perché le minacce potrebbero provenire non solo da sotto ma anche da sopra. Ecco perché noi non possiamo permetterci di perdere tempo; dobbiamo rimanere rilevanti, dobbiamo essere rilevanti e dobbiamo esserci dall’inizio, non possiamo permetterci, quindi, di guardare, osservare, senza fare, senza esserci”.

“È la prima volta che c’è questo tipo di iniziativa – ha aggiunto Vittori – è stato deciso dal Comint (Comitato interministeriale per le politiche relative allo Spazio e all’Aerospazio), all’inizio pensavo che avessero sbagliato di un giorno perché il lancio del San Marco è stato il 15 dicembre del 1964, in realtà all’evento dell ASI ho protestato per l’errore e mi hanno spiegato che il 15 è la Giornata nazionale della Protezione civile e quindi era un giorno occupato e lo Spazio si è preso il giorno successivo, il momento in cui San Marco era in orbita. Quindi celebriamo non il decollo ma il San Marco che già orbitava stabile”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli