Giornata Memoria, Rizzotto(Lz): mantenere vivo il ricordo

Bnz

Venezia, 27 gen. (askanews) - "Come ormai ogni 27 gennaio commemoriamo le vittime dell'Olocausto che tra il 1938 ed il 1945 furono trascinati allo sterminio da parte dei nazisti; uno tra i capitoli più cupi della nostra storia e del nostro vissuto, un orrore senza fine. Sono passati 75 anni, ormai, dall'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, ma ci furono anche Mauthausen, Flossenburg, Dachau e molti altri lager minori, verso i quali treni carichi di ebrei che non avrebbero mai più fatto ritorno a casa, arrivavano ogni giorno". Sono le parole di Silvia Rizzotto, capogruppo in Consiglio regionale del Veneto della Lista Zaia, per la Giornata della Memoria, in ricordo delle vittime di antisemitismo nel 75esimo anniversario della liberazione dei superstiti del campo di concentramento di Auschwitz.

"E dobbiamo ricordare tutto questo così - ha proseguito - esattamente come è accaduto; dobbiamo farci carico morale degli efferati crimini che si sono perpetrati con l'antisemitismo, l'omertà e l'indifferenza di un clima di odio dilagante in Europa. Solo mantenendo viva la memoria, possiamo creare gli anticorpi contro il ripetersi di crimini come questo".