Giornata Mondiale contro la Tratta, OIM: serve maggiore contrasto -4-

red/Mgi

Roma, 30 lug. (askanews) - Esiste inoltre il timore reale che siano molte le vittime portate in Europa attraverso vie alternative alla traversata via mare.

Cosi come successo in passato, se una rotta diventa più complicata, i trafficanti ne usano un'altra e il sospetto è che molte ragazze siano fatte entrare in Europa secondo modalità meno visibili degli sbarchi ma ugualmente efficaci. (Segue)