Giornata mondiale vista, oculisti: prima visita fa fatta a 3 anni -2-

Rus

Roma, 10 ott. (askanews) - In alcune regioni italiane, come la Lombardia, sono stati recentemente creati dei percorsi di screening neonatali neurosensoriali e di sorveglianza pediatrica dei disturbi dell'udito e della vista. La prevenzione dei disturbi oculari, come suggerisce il Ministero della Salute, passa attraverso abitudini corrette, come quella di andare periodicamente dall'oculista. Soprattutto da bambini la visione prolungata da vicino potrebbe favorire la progressione della miopia. Studi scientifici recenti hanno rivalutato lo stile di vita sano sin da piccoli, compresa l'importanza dell'esposizione quotidiana alla luce naturale per la prevenzione delle malattie oculari causa di cecità e ipovisione. In generale, le malattie oculari interessano tutte le età, ma la loro incidenza aumenta considerevolmente dopo i 50 anni a causa dell'allungamento progressivo della vita media, con la conseguente aumentata frequenza di diverse patologie oculari degenerative (come la degenerazione maculare legata all'età e il glaucoma) e la diffusione sempre maggiore del diabete con gravi complicanze oculari.(Segue)