Giornata nazionale del Trekking guarda in grande alla XX edizione

featured 1666349
featured 1666349

Roma, 3 nov. (askanews) – È stata un successo la XIX edizione della Giornata nazionale del Trekking Urbano (lo scorso 31 ottobre). La manifestazione, ideata dal Comune di Siena, in collaborazione con l’associazione nazionale guide turistiche, punta a promuovere il turismo sostenibile, incentivare la scoperta del territorio e valorizzarne le bellezze, paesaggistiche, culturali e gastronomiche. Il Trekking Urbano è una forma di “sport dolce”, adatto a tutte le età e stagioni, ai più allenati e ai meno esperti. Un nuovo modo di fare turismo che coniuga l’attività fisica con le esperienze nell’arte e nella natura. E allo stesso tempo permette alle città di decongestionare le zone attraversate dai flussi turistici tradizionali, allargando gli itinerari.

Coinvolto tutto il territorio, da Nord a Sud: hanno aderito 71 comuni per 17 regioni, da capoluoghi come Bologna, Ancona e Trento, a borghi come Cassino, Amelia, Narni. Slogan di quest’anno “Che Spettacolo di Trekking”.

Cecilia Mostardini, guida turistica: “Il trekking urbano ci aiuta a scoprire itinerari meno frequentati, luoghi nascosti, dimore quasi mai aperte al pubblico, quindi cerca anche di mostrare un lato diverso delle città italiane, che hanno tanto da far scoprire e destinare ai turisti-viaggiatori, è una buona occasione per restituire qualcosa di meno conosciuto”.

La prossima edizione, la ventesima, sarà in grande promettono gli organizzatori. L’evento vuole allargarsi e già quest’anno ha coinvolto la prima grande città europea, quella di Porto (grazie alla collaborazione con URBiNAT, progetto finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020 dell’Ue).

Stefania Fattorini, assessora al Turismo del Comune di Siena: “Speriamo di allargarla ad altre città italiane ed europee, se possibile, vogliamo costruire tutti insieme una giornata bellissima del trekking urbano per il ventesimo compleanno”.