A giorni avviso ai cittadini Ue che non hanno chiesto “settled status”

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 giu. (askanews) - I cittadini Ue che vivono nel Regno Unito riceveranno un preavviso formale di 28 giorni se non hanno richiesto lo status di insediamento post-Brexit entro una settimana, ha avvertito il governo. Entro il 30 giugno, infatti, i cittadini europei che vivono in Gran Bretagna devono ottenere il diritto di residenza per poter restare nel Paese dopo la Brexit.

Gli avvisi spiegheranno che è necessario presentare la domanda, riferisce The Guardian, pena il rischio di pesanti conseguenze, compresa la perdita dei diritti all'assistenza sanitaria e al lavoro.

A una settimana dalla scadenza, riferisce The Guardian, il ministero degli Interni britannico sta raddoppiando gli sforzi per raggiungere coloro che potrebbero non essere a conoscenza delle nuove regole, in particolare categorie vulnerabili come gli anziani e i bambini affidati.

Il ministro per l'Immigrazione Kevin Foster ha escluso una proroga della scadenza, nonostante l'enorme aumento delle domande, da 10.000 a 12.000 al giorno. "In parole povere, estendere la scadenza non è la soluzione per raggiungere quelle persone che non hanno ancora fatto domanda, e ci ritroveremmo più in là a sentirci chiedere di estendere nuovamente, creando più incertezze", ha affermato.

In ogni caso, ha precisato Foster, i cittadini dell'UE che non hanno presentato domanda entro la scadenza non vedranno revocati i sussidi e altri benefit dal primo luglio, promettendo una certa flessibilità e indulgenza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli