Giorni decisivi per il futuro della nuova Pac post 2020

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 24 giu. (askanews) - Si gioca da oggi, con il super trilogo a Bruxelles, l'inizio di una partita decisiva per il futuro della Pac post 2020: da questo pomeriggio si lavorerà per raggiungere un compromesso da presentare il prossimo 28 e 29 giugno all'Agrifish di Lussemburgo. Ultima chiamata per trovare un accordo politico entro il semestre di presidenza portoghese dell'Unione Europea e prima del passaggio alla Slovenia, dal primo luglio.

L'incontro dell'ultimo Agrifish sotto presidenza portoghese sarà presieduto dal ministro portoghese dell'Agricoltura, Maria do Céu Antunes, e dal ministro portoghese Ricardo Serrão Santos. L'obiettivo principale dei due giorni di Consiglio è quello di compiere un passo significativo verso la conclusione del negoziati di riforma della PAC, in vista dell'adozione di una PAC riformata per il periodo 2023-2027. I ministri discuteranno i restanti elementi politici nei tre regolamenti proposti (PAC piani strategici, regolamentazione orizzontale e organizzazione comune dei mercati).

I nodi sul tavolo sono sempre quelli che non hanno permesso una chiusura dell'accordo nell'ultima sessione di maggio. I colegislatori non sono riusciti a trovare un accodo sulla architettura verde, che include la natura degli eco-schemi e l'eventuale delimitazione di importi specifici per questi nuovi strumenti; sull'allineamento del Green Deal e nello specifico sul se e quando i piani strategici nazionali della PAC dovrebbero essere aggiornati per tenere conto della nuova legislazione derivante dalle strategie Farm To Fork e sulal Biodiversità. E ancora, restano frizioni sul target dei pagamenti diretti incluse le definizioni di "agricoltore attivo" e "nuovo agricoltore" e sul famoso tema della condizionalità sociale che tanto sta a cuore all'Italia e che include il modo in cui la PAC dovrebbe contribuire a garantire il rispetto dei diritti dei lavoratori agricoli. Ancora aperti sul tavolo anche il 'capping', ovvero la riduzione volontaria o obbligatoria dei pagamenti, il 'new delivery model' che include domande sul numero di indicatori di risultato da utilizzare per la revisione delle prestazioni dei piani strategici della PAC, le misure di gestione delle crisi e quelle eccezionali e di gestione del mercato.

Il 28 di mattina si terrà il dibattito orientativo sul pacchetto di riforma della PAC post 2020, mentre nel pomeriggio verrà chiesto ai ministri di approvare l'approccio generale del Consiglio al nuovo regolamento sul controllo della pesca. In serata verrà discussa la richiesta alla Commissione di presentare uno studio sugli agenti di controllo biologico, la necessità di fissare un obiettivo di protezione per le api da miele a seguito di una revisione del documento di orientamento dell'EFSA sulle api del 2013, una relazione sugli integratori alimentari in mercato dell'UE, informazioni della Commissione sull'azione congiunta sugli antimicrobici resistenza e infezioni nosocomiali (JAMRAI) e informazioni dalle delegazioni su il problema dell'allevamento di animali da pelliccia. Al termine della sessione finale è prevista una conferenza stampa do Céu Antunes e il Commissario europeo per l'agricoltura, Janusz Wojciechowski.

La seduta del Consiglio riprenderà martedì 29 giugno con uno scambio di opinioni sul situazione del mercato sulla base delle informazioni fornite dalla Commissione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli