Giorno del ricordo, Più Europa: foibe massacro figlio dei nazionalismi

Pol/Gal

Roma, 10 feb. (askanews) - "Tra il 1943 e il 1947 si consumò uno dei peggiori massacri dell'Europa pre-Unione: l'eccidio delle foibe, una vera e propria opera di pulizia etnica e politica ad opera delle milizie di Tito contro gli italiani che vivevano tra la Venezia Giulia, Istria, Fiume e Dalmazia. Vittime incolpevoli dei nazionalismi. Con l'Unione europea nessuna di quelle vittime ci sarebbe stata. Grazie all'UE nessun'altra vittima ci sarà". Così Più Europa su Facebook nel Giorno del Ricordo.