Giovane alpinista comasco precipita dal Monte Bianco

alpinista

Era un giovane alpinista di appena 20 anni la vittima che ha perso la vita in un incidente sulla Cresta del Brouillard. Domenica 4 agosto, infatti, insieme a un compagno di cordata avrebbe intrapreso la scalata del Monte Bianco. A un certo punto, però, si sarebbe slegato e sarebbe precipitato al suolo. Il soccorso alpino ha ritrovato il suo corpo la mattina di oggi, lunedì 5 agosto, e ha fatto sapere che gli altri scalatori sono rimasti illesi.

Giovane alpinista morto sul Monte Bianco

Il giovane scalatore di 20 anni aveva terminato con successo una scalata sulla vetta del Monte Bianco. Mentre scendeva dalla Cresta del Brouillard, però, l’alpinista si sarebbe slegato precocemente e sarebbe uscito dalla cordata. Sono queste le informazioni che ha riferito l’amico agli inquirenti. Una volta precipitato al suolo, il compagno che si trovava con lui ha lanciato i soccorsi. Nel frattempo, quindi, sono giunti sul posto alcune quadre di soccorso alpino valdostano che hanno ritrovato il corpo del ventenne di origini comasche, nella mattina del 5 agosto. Presso l’obitorio di Courmayeur sono arrivati, infine, i genitori del ragazzo che hanno provveduto all’identificazione della salma.

Gli altri scalatori

Il compagno di cordata della vittima ha raggiunto altri tre scalatori e ha passato la notte in un rifugio ad alta quota. Il soccorso alpino, però ha fatto sapere che i tre alpinisti stanno bene e sono usciti illesi dall’incidente. I soccorsi, infatti, hanno raggiunto il rifugio del Gouter sul versante francese; mentre per i quattro scalatori arriveranno rinforzi dalla gendarmeria di Chamonix.