Giovane italiano morto a Ibiza: dopo un tuffo non è più riemerso

giovane morto ibiza

Un giovane di 20 anni di Osimo è morto mentre si trovava in vacanza a Ibiza. La notizia è stata diffusa dai media spagnoli ed è stata confermata anche dalla città originaria del giovane. Secondo le prime ricostruzioni, riportate dall’agenzia Ansa, il 20enne si sarebbe tuffato in acqua nel pomeriggio di domenica 29 settembre a Platges de Comte, nel Comune di Sant Josep. Gli amici, non vedendolo più riemergere, hanno subito lanciato l’allarme. In tarda mattinata la Protezione Civile ha individuato il corpo del ragazzo. Dopo il recupero dall’acqua, la salma è stata trasferita all’Istituto Anatomico Forense di Ibiza dove verrà effettuata l’autopsia.

Giovane morto a Ibiza

Il giovane di Osimo, secondo le prime informazioni, sarebbe morto annegato a Ibiza dopo un tuffo in acqua. Luca Pezzolesi, infatti, stava trascorrendo una piacevole vacanza insieme ad alcuni amici nelle Baleari, a Platges de Comte, nel Comune di Sant Josep. Domenica 29 settembre, però, si è tuffato in acqua e non è più riemerso. Gli amici che si trovavano con lui, preoccupati, hanno allertato i soccorsi. Per le ricerche del corpo del ragazzo sono stati spiegati mezzi aerei e terrestri. Infine, la Protezione Civile ha individuato e recuperato il corpo senza vita del 20enne (dopo circa 20 ore dalla scomparsa) nella mattinata di lunedì 30 settembre. La salma è stata portata all’Istituto Anatomico Forense di Ibiza. Nei prossimi giorni l’autopsia chiarirà le cause del decesso: l’ipotesi, appunto, è quella di annegamento.