Giovane muore accoltellato a seguito di una rissa nel napoletano

napoli rissa coltellate

Rissa e coltellate a Napoli, in un episodio di violenza costato la vita ad un giovane di soli 17 anni. L’amico, presente sul luogo dell’orribile fatto di cronaca, è rimasto gravemente ferito per l’aggressione a colpi di coltello. A nulla sono serviti purtroppo i soccorsi per tentare di salvare la vita del minorenne.

Napoli: rissa a coltellate

Secondo le indiscrezioni, la lite avrebbe avuto luogo in via Vittorio Veneto a Gragnano, Napoli, ma non ci sono ancora prove certe in merito. Uno dei due feriti, di 30 anni, ha portato l’amico minore presso l’ospedale di Castellamare di Stabia nonostante fosse stato gravemente leso dai colpi di coltello.

Purtroppo però non c’è stato nulla da fare per il giovane 17enne, che è morto per via delle gravi ferite inferte durante la rissa. L’amico è stato invece trasferito immediatamente in sala operatoria, l’esito delle cure non è ancora noto. In merito alla lite che ha visto coinvolto i giovani di Pimonte, la Polizia sta tutt’ora indagando per chiarire il luogo in cui è avvenuto il misfatto e i coinvolti in questo.

Disordini e risse nel napoletano

Un’altra aggressione ha avuto luogo nel quartiere di Vomero, zona molto affollata nonostante il pericolo Coronavirus. Due agenti della Polizia sono stati aggrediti a calci e pugni da un uomo di 35 anni, il motivo scatenante non è ancora chiaro.

La Regione Campania ha infatti aumentato il numero di agenti sul territorio durante la fase 2 dell’emergenza sanitaria, per evitare che si verifichino assembramenti e violazioni delle norme anti contagio.