Giovane turista francese muore schiantandosi sul Lungotevere

Ska

Roma, 29 lug. (askanews) - Sarebbe una bravata finita male la causa della morte di un giovane turista francese morto la scorsa notte sul lungotevere a Roma in zona piazza Mazzini.

Intorno all'una e trenta di notte, il ragazzo, 20enne, è caduto dal piano strada e, dopo un volo di 15 metri, si è schiantato sulla banchina del fiume. I soccorsi sanitari del 118, interventui sul luogo, hanno constatato il decesso ed hanno chiamato i Carabinieri.

Le indagini hanno rilevato che il ragazzo si trovava in compagnia di due amici connazionali di 18 e 19 anni, a Roma in questi giorni per turismo. Dopo una serata per locali, i tre si trovavano sul Lungotevere dei Tebaldi. Secondo il racconto dei due compagni - corroborato dalle evidenze raccolte dai militari intervenuti - il ragazzo è salito sul parapetto del Lungotevere per camminare in bilico, ma ha perso l'equilibrio dopo pochi passi. Il giovane è caduto ed è morto sul colpo.

Il cadavere si trova ora al Verano in attesa dell'autopsia. Verranno fatti anche gli esami tossicologici. Ma la dinamica, spiegano gli inquirenti, sembra chiara: una bravata finita male, molto male.