Giovani, studenti, impegnati: chi sono i green influencer italiani da seguire per una vita più sostenibile

·1 minuto per la lettura
Getty
Getty

Dall’economia circolare alle battaglie ambientaliste: sui social network sono sempre di più i giovani impegnati a sensibilizzare gli utenti sulla salvaguardia del pianeta. Che sia tramite video Tik Tok o storie Instagram, sono tanti i green influencer che fanno informazione su temi legati alla sostenibilità, dispensando consigli sulle azioni quotidiane da compiere per l'ambiente. 

Camilla Mendini, ad esempio, sensibilizza i follower su temi come slow fashion, economia circolare e zero waste, e invita gli utenti a farsi brevi docce per non sprecare troppa acqua. Giorgia Pagliuca affronta tematiche legate alla sostenibilità e pubblica una rubrica piena di consigli per ridurre l’impatto ambientale.

A dare dei suggerimenti ci pensa anche Camilla Agazzone, che informa su come fare la raccolta differenziata o come organizzare una casa eco-friendly. Lo studente di ingegneria ambientale Nicola Lamberti, invece, offre sempre spunti interessanti legati alla sostenibilità: dalla moda circolare, all’uso intelligente dell’acqua. Poi c’è Federica Gasbarro, che ha rappresentato i giovani italiani al Vertice sul Clima delle Nazioni Unite. La 26enne spiega su Instagram come produrre meno rifiuti e quali sono le tematiche più attuali in tema di sostenibilità. 

GUARDA ANCHE: Riuso e riciclo, oggetti di scarto diventano opere d’arte

Ruggero Rollini, laureato in chimica, si definisce un “comunicatore e divulgatore della scienza” e spiega sui social svariati temi a sfondo ambientale, passando con scioltezza dagli oceani, alla pandemia. E come non nominare Sara Giacani, che nei suoi video Tik Tok parla di riciclo creativo, piante, app per combattere gli sprechi alimentari e consigli per struccarsi zerowaste.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli