Giovanna Beretta nuova presidente Società Medicina fisica e riabilitativa

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 31 ott. (askanews) - E' Giovanna Beretta, direttore della Struttura complessa di Medicina Riabilitativa e Neuroriabilitazione dell'Ospedale Niguarda, la nuova presidente di Simfer, la Società italiana di Medicina fisica e riabilitativa che rappresenta i medici fisiatri italiani.

È stata eletta nel corso del 49° Congresso nazionale, che si è svolto dal 28 al 31 ottobre al MiCo Convention Centre di Milano. La fisiatra lombarda - vive e opera a Varese - è la prima donna a ricoprire la carica di presidente in 63 anni di storia Simfer e succede a Pietro Fiore, ordinario di Medicina Fisica e Riabilitativa all'Università degli Studi di Bari, rimasto in carica un anno in più dei tre anni canonici a causa della pandemia di Covid che ha reso impossibile lo svolgimento di un congresso in presenza nel 2020.

Sono stati rinnovati anche gli organi societari. Nuovo segretario generale è Carlo Damiani, mentre i componenti del Consiglio di presidenza rinnovato sono Ernesto Andreoli, Stefano Bargellesi, Andrea Bernetti, Alessandro de Sire, Silvia Galeri, Giovanni Iolascon, Giulia Letizia Mauro, Lia Rusca. I probiviri sono Giovanni Antonio Checchia e Bruna Lombardi, sindaco unico Roberto Conte.

Importanti i numeri del Congresso che ha eletto la nuova presidente, sul tema "Le radici del futuro". In quattro giornate di congresso - da giovedì 28 a domenica 31 ottobre - sono stati presenti 1.200 iscritti, 300 relatori, 80 sponsor con relativi stand. Curiosamente, è la prima volta in 49 anni che i fisiatri italiani si ritrovano a Milano: proprio la dottoressa Beretta in questi giorni è stata la presidente del Congresso.

«Dal precedente consiglio e dal presidente Pietro Fiore raccolgo un'eredità importante», è il commento della nuova presidente Simfer, «per affrontare la sfida di restituire alla riabilitazione il ruolo e la considerazione che merita all'interno del Sistema Sanitario Nazionale. Mai come ora, e al congresso di Milano lo abbiamo visto ampiamente, sia la scienza, sia organizzazioni internazionali come l'Oms, sia soprattutto i pazienti chiedono alla riabilitazione di assumere un ruolo centrale per i prossimi anni. A Simfer spetterà rappresentare le specificità della nostra disciplina presso le istituzioni, affinché le persone che vivono una condizione di disabilità temporanea o continuativa e quindi hanno bisogno di riabilitazione non siano escluse, perché ancora oggi troppe persone non possono accedere ai trattamenti riabilitativi».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli