Giovanni Cassano arrestato per rapina da 30mila euro

·2 minuto per la lettura
arrestato fratellastro Cassano
arrestato fratellastro Cassano

È finito nuovamente in manette il fratellastro di Antonio Cassano, pregiudicato di 49 anni, arrestato per un furto da 30mila euro in un appartamento.

Bari, arrestato il fratellastro di Antonio Cassano

Giovanni Cassano, detto “‘u curt”, è stato tradito proprio dalla sua bassa statura. Il pregiudicato 49enne è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di aver commesso un furto in un appartamento di Sannicandro.

Su Cassano senior grava l’accusa di furto pluriaggravato in appartamento. Con lui sono indagate altre due persone in corso di identificazione. Inoltre, è accusato di plurime violazioni alla sorveglianza speciale a cui è sottoposto, possesso ingiustificato di grimaldelli, uso di targa manomessa e guida senza patente, in quanto gli era già stata revocata.

Arrestato il fratellastro di Cassano, le indagini

Le indagini sono state avviate lo scorso 10 giugno, in seguito a un furto in un appartamento del centro storico di Sannicandro. Ai proprietari sono stati rubati gioielli, Rolex e altri beni.

I ladri sono entrati dopo aver infranto la porta a vetri. Poi, servendosi di una fiamma ossidrica, hanno tagliato la cassaforte asportandone il contenuto. Le telecamere di videosorveglianza hanno incastrato i ladri, immortalando l’arrivo dei malviventi e la loro fuga mentre portavano con sé la refurtiva e gli attrezzi usati per fare irruzione nella casa.

Arrestato il fratellastro di Antonio Cassano, i precedenti

Non è la prima volta che Giovanni Cassano, fratellastro del famoso calciatore pugliese, finisce nei guai con la giustizia. Fino a poche ore fa era sottoposto alla sorveglianza speciale ed è un soggetto noto alle forze di polizia e alla Dda.

In passato, infatti, era già stato arrestato perché ritenuto membro di una banda di ladri che commetteva furti milionari negli appartamenti e poi ricettava la refurtiva.

Nel 2013 aveva partecipato a un colpo finito tragicamente a Noicattaro, dove il proprietario dell’abitazione presa di mira dai malviventi aveva sparato e ucciso uno di loro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli