Giovannini: inizio governo incoraggiante, speriamo attui programma

Mlo/Rar/Mch

Milano, 6 set. (askanews) - "La speranza è che sia un governo che faccia quello che ha scritto nel programma. Anche come Alleanza per lo sviluppo sostenibile siamo contenti che i temi della transizione ecologica ma anche della disuaglianza e della collaborazione con l'Europa siano molto alti nell'agenda. È un inizio certamente incoraggiante". A dirlo Enrico Giovannini, fondatore di Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, il cui nome nelle ultime settimane era circolato nella rosa dei possibili candidati alla presidenza del consiglio per il dopo Conte. A tal proposito ai giornalisti che gli chiedevano se fosse stato preallertato dal Capo dello Stato Sergio Mattarella ha detto: "Ho letto i giornali, poiché mi fido della stampa, non posso che dire che è successo quello che era sulla stampa. È una battuta naturalmente".

A margine della 45esima edizione del forum Ambrosetti, a Cernobbio, Giovannini ha espresso soddisfazione anche per la scelta di Gentiloni come commissario europeo per gli Affari economici: "È molto positivo che Paolo Gentiloni sarà il commissario italiano ma dobbiamo aspettare ancora qualche giorno per le dichiarazioni programmatiche del presidente del consiglio per capire meglio l'indirizzo complessivo".

Sul Conte-bis Giovannini ha aggiunto: "Ci sono molte aspettative analoghe a quelle sulla nuova commissione europea. Le dichiarazioni programmatiche di Ursula von der Leyen con cui ho collaborato quando entrambi eravamo ministri del lavoro sono molto incoraggianti". "C'è un punto su cui inviterei a porre attenzione: ha detto di voler riorganizzare il funzionamento del semestre europeo intorno all'agenda 2030, sullo sviluppo sostenibile - ha concluso - questo è un cambiamento epocale perché può far fare un salto all'Europa e a ogni Paese superando la discussione sui decimali del deficit".