"GirlsTech", per combattere il gender gap nel mondo digitale

Lnu

Milano, 7 feb. (askanews) - L'11 febbraio è la giornata internazionale dell'ONU a favore delle donne dedite alla scienza e per questo è stata scelta come data della seconda edizione di "GirlsTech" evento organizzato da Synesthesia, The Digital Experience Company, che ha l'obiettico di valorizzare i talenti della tecnologia al femminile, creando uno spazio di confronto sulle strategie e le iniziative da intraprendere e porre l'attenzione sul focus del gender gap nel mondo digitale.

AL Talent Garden di Torino (Fondazione Agnelli), professioniste dell'ambito STEM legate al mondo del business, dell'accademia e del sociale che si raccolgono nell'ottica di attivare dinamiche di networking: Paola Scarpa (Google Italy), Ella Marciello (Ribelli Digitali, partner of MORE & Hella Network), Livia Iacolare (Facebook), Erika Perez (EXAR Social Value Solutions), Elena Ramondetti (Banco Azzoaglio) e Marta Regge (Web evangelist) a partire dalle ore 14 si alternano con speech individuali, portando ognuna il proprio personale contributo ispirazionale di empowerment al femminile volto ad incentivare un maggior numero di donne a intraprendere studi e carriere STEM.

Sabato 15 pomeriggio invece, ospitato da Palazzo Barolo, è improntato su laboratori tecnologici coordinati dai coach di FuturMakers riservati a bambine e ragazze tra i 7 e i 14 anni, per avvicinarle al mondo digitale attraverso desk interattivi e workshop.

In molti Paesi del mondo il gender gap tecnologico è ancora oggi fortemente presente, e GirlsTech, ispirandosi ai valori della Corporate Social Responsibility, intende proporre una visione globale di cambiamento partecipato, condiviso e collaborativo che garantisca pari opportunità didattiche, formative e lavorative tra ragazze e ragazzi in una nuova fase storica in cui differenti condizioni non possono più essere ignorate.