Giro di usura milionario a Palermo, arrestati padre e figlio -2-

Xpa

Palermo, 29 gen. (askanews) - Le indagini delegate hanno permesso di ricostruire un giro di affari milionario alimentato da prestiti usurai che in alcune circostanze hanno superato anche il 520% annuo: circa 20 le vittime accertate, identificate prevalentemente in imprenditori di Palermo e provincia.

I prestiti venivano effettuati avvalendosi delle aziende riconducibili agli usurari stessi, tutte attive nella rivendita di materiali per edilizia, i cui conti correnti erano utilizzati sia per erogare il prestito che per l'incasso delle relative rate, avendo cura però di produrre fatture per operazioni inesistenti - quantificate in oltre 1 milione di euro - per giustificare i flussi finanziari.

In altri casi, invece, le vittime si rivolgevano direttamente agli usurai, noti nel territorio per la loro attività criminale, per ottenere prestiti di ingenti somme in contanti, rilasciando a garanzia assegni in bianco.