Giro di vite Oms: testare tutti i casi sospetti, operatori sanitari in sicurezza

"Possiamo cambiare la traiettoria della pandemia di Covid-19", attuando misure difensive come il distanziamento sociale e il restare a casa che rallentano la diffusione, ma "per vincere dobbiamo attaccarlo con tattiche aggressive e mirate: testare ogni caso sospetto, isolare e prendersi cura di ogni caso confermato, e rintracciare e mettere in quarantena ogni stretto contatto". Lo ha sottolineato il direttore generale dell'organizzazione, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

 "Piu' di 300.000 casi di Covid-19 sono stati segnalati  provenienti da quasi tutti i Paesi del mondo -  ha aggiunto l'Oms nel suo briefing quotidiano sul Covid-19 -. La pandemia sta accelerando". 

"Il personale sanitario può svolgere efficacemente il proprio lavoro solo quando può lavorare in sicurezza - ha aggiunto Ghebreyesus -. Continuiamo a ricevere notizie allarmanti da tutto il mondo di un gran numero di contagi tra gli operatori sanitari". "Anche se facciamo tutto il resto nel modo giusto, se non diamo la priorità alla protezione degli operatori sanitari, molte persone moriranno perché l'operatore sanitario che avrebbe potuto salvare loro la vita è malato", ha aggiunto.