Giro: doppia tessera Lega-Fi per solidarietà a Salvini

Pol-Afe

Roma, 4 gen. (askanews) - "Rinviare a giudizio Matteo Salvini per il grave reato di sequestro di persona sarebbe una scelta abnorme. Da parte mia e di tanti colleghi seriamente impegnati a difendere i nostri valori di civiltà non sarebbe irrealistico decidere a quel punto una forma di solidarietà politica e di adesione alla Lega". Lo afferma il senatore di Forza Italia Francesco Giro.

"L'estate scorsa - aggiunge - avevo pubblicamente chiesto di verificare la possibilità statutaria di una doppia tessera Lega-FI, secondo la regola liberale che tutto ciò che non è esplicitamente proibito è consentito. Oggi questa richiesta è più forte e più convinta di ieri, di fronte al rischio di condannare ad una pena anche superiore ai 15 anni il leader della vera maggioranza degli italiani e per un'accusa assurda e infamante. Salvini non è l'erede di Berlusconi, perché un leader carismatico non ha mai eredi, ma è il continuatore e l'erede del suo grande sogno del 1994. Anche per Salvini sarà difficile trovare un erede ma ora è in campo e deve, con Berlusconi al suo fianco, vincere la sua sfida. Chi lo dipinge come un demolitore non lo conosce e non conosce il suo progetto di un'Italia sana e convinta delle proprie risorse umane e culturali in un'Europa cristiana e riformista. Che la Lega abbia conquistato, in questo ultimo anno, il voto dei giovani è un fatto che dimostra la centralità di questo movimento, l'unico a dimostrarsi evolutivo nello scenario politico odierno e quindi rivolto al futuro".