Gismondo sul caso Burioni: “Pericoloso affidare dichiarazioni ai social”

gismondo burioni
gismondo burioni

Maria Rita Gismondo, direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano, ha espresso la sua opinione sulla bufera social che ha travolto il collega Roberto Burioni.

Bufera social su Roberto Burioni

La direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano, Maria Rita Gismondo, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla bufera mediatica che ha travolto Roberto Burioni.

Contattata da AdnKronos, infatti, Gismondo ha commentato la querelle che si è originata sui social media e che ha travolto il collega, spesso molto discusso e contestato per le posizioni espresse. In quest’ultima circostanza, il virologo Roberto Burioni è stato accusato di aver postato un tweet considerato estremamente offensivo nei confronti di una ragazza disabile. Le critiche ricevute hanno portato il virologo a scusarsi pubblicamente e a procedere all’immediata rimozione del commento incriminato.

Intanto, sulla vicenda, è intervenuto anche il Codacons che ha chiesto all’Ordine dei medici di Pesaro-Urbino di prendere provvedimenti contro il medico.

Gismondo sul caso Burioni: “Pericoloso affidare dichiarazioni ai social”

In merito a quanto accaduto, ad AdnKronos, la direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano, Maria Rita Gismondo, ha affermato: “Il pericolo di affidare dichiarazioni ai social è un rischio che conosco benissimo. Personalmente ho imparato a usarli il meno possibile, anzi mai, per fare affermazioni di tipo professionale e di impatto sociale”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli