Giudice su vaccini, FNOMCeO: Stato sia coerente contro fake news

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 lug. (askanews) - "Poco meno di venti milioni di morti evitate nel solo 2021 a livello globale, 150mila solo in Italia e grazie ai vaccini: non può un decreto fantasioso competere con i dati scientifici elaborati dall'Imperial College di Londra e pubblicati su The Lancet Infectious Diseases o analizzati dall'Istituto Superiore di Sanità. Ci aspettiamo che tutti gli organi dello Stato siano coerenti tra di loro nel combattere le fake news e nell'applicare le leggi. Leggi che, se ritenute contrarie alla Costituzione, possono essere rinviate alla Corte costituzionale ma non andrebbero contestate su terreni diversi da quello giuridico". Così il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (FNOMCeO), Filippo Anelli, ha commentato "il decreto d'urgenza con il quale una giudice del Tribunale civile di Firenze ha sospeso il provvedimento dell'Ordine che vietava a una psicologa di esercitare perché non vaccinata. Motivazione: la giudice ritiene che 'non possa essere costretta' a 'sottoporsi a questi trattamenti iniettivi sperimentali talmente invasivi da insinuarsi nel Dna alterandolo in un modo che potrebbe risultare irreversibile'". E' quanto si legge in una nota diffusa dalla stessa Federazione.

"I vaccini non sono trattamenti sperimentali ma farmaci efficaci, capaci di salvare la vita a milioni di persone" ha ribattuto Anelli, sottolineando che "noi medici siamo la prova di questa efficacia: prima dell'avvento dei vaccini contavamo tra i 60 e gli 80 morti al mese; dopo, la mortalità si è sostanzialmente azzerata".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli