Giudice Usa blocca Trump: contraccezione resta gratuita

A24/Spa

New York, 16 dic. (askanews) - Un giudice federale della Pennsylvania ha bloccato una misura con cui l'amministrazione Trump avrebbe voluto smantellare l'ennesimo pezzo dell'eredità lasciata da Barack Obama. Il governo del 45esimo presidente Usa non può attuare le regole che virtualmente avrebbero permesso a ogni datore di lavoro di rifiutarsi di fornire alle dipendenti polizze assicurative che comprendono i metodi contraccettivi, se considerati in contrasto con i loro valori etici o religiosi. In questo modo, la Casa Bianca avrebbe cancellato una delle norme più importanti inserite da Obama nella sua riforma sanitaria, ma anche più attaccate dai conservatori.

Obama aveva obbligato i datori di lavoro a coprire tutte le forme di contraccezione, come per esempio la pillola anticoncezionale e quella del giorno dopo. Oltre 55 milioni di donne facevano affidamento su questo obbligo federale, aveva reso noto l'amministrazione Obama, per avere accesso gratuito ai metodi contraccettivi.

Il giudice Wendy Beetlestone ha concesso una richiesta per una ingiunzione preliminare sostenendo che la misura potrebbe provocare "danni seri e irreparabili". Nella sua decisione da 44 pagine, lei ha spiegato che in assenza di metodi contraccettivi a basso costo, le donne smetteranno di usarli o sceglieranno soluzioni più economiche ma meno efficaci. E questo risulterà in gravidanze indesiderate. Ciò potrebbe tradursi in costi maggiori per lo Stato della Pennsylvania e per i suoi programmi sanitari.

Un giudice della California, che la pensa in modo simile, dovrebbe pronunciarsi presto. Altri quattro Stati - Delaware, Maryland, New York e Virginia - si sono uniti nella mozione avviata nello Stato californiano.