Giulia Grillo: Di Maio non può essere l'uomo solo al comando

Ska

Roma, 12 gen. (askanews) - "O si cambia impostazione oppure lascerò il M5S": così l'ex ministro Giulia Grillo, che in un'intervista al Mattino di Napoli afferma: "All'inizio il Capo politico doveva essere una figura marginale e invece si è data un'interpretazione del ruolo come se dovesse essere l'uomo solo al comando".

"Non voglio proprio passare come tanti altri per quella che fa la guerra personale a Luigi (Di Maio). Con lui ho avuto anche scontri, ma l'affetto e l'amicizia nei suoi confronti restano. Il problema è cosa vogliamo che sia il movimento e quindi va riformato lo statuto adeguandolo allo spirito originario di ciò che eravamo: nasciamo come un insieme di persone che lavorano su alcui progetti".