Giulia De Lellis, dichiarazioni sul suo libro: “Non volevo scriverlo”

giulia de lellis

Giulia De Lellis, attraverso il suo profilo Instagram, ha voluto raccontare ai suoi tantissimi fan com’è nata l’idea di scrivere un libro. L’uscita di quest’ultimo, dal titolo “Le corna stanno bene su tutto”, è stata annunciata proprio qualche giorno fa dall’esperta di stile e ha lasciato di stucco non solo i suoi tantissimi seguaci, ma anche tutti gli altri.

Giulia De Lellis: dichiarazioni sul libro

“Le corna stanno bene su tutto” e Giulia De Lellis lo sa bene. Sarà proprio questo il motivo che l’ha spinta a scrivere su carta la sua esperienza? L’esperta di stile, attraverso una serie di Instagram Stories, ha raccontato ai suoi fan com’è nata l’idea di scrivere un libro. Contrariamente da quello che ci si potrebbe aspettare, è stata la Mondadori a contattarla e in un primo momento lei ha rifiutato. La De Lellis ha rivelato: “Ho scritto un libro, ragazzi! Non l’ho scritto da sola (…) però di base ho raccontato una storia, una storia particolare (…) La cosa scioccante è stata quando io ho ricevuto la chiamata da Mondadori. Mi convocano in agenzia, mi siedo…‘Giulia, vuoi scrivere un libro?’. C’è stata una polemica che Giulia De Lellis ha letto due libri nella sua vita, e non me ne vergogno, lo sapete… ve l’ho sempre detto… però insomma Mondadori che viene da me con gioia ed entusiasmo a farmi questa proposta… rimangio scioccata!”. Davanti a questa proposta la bella Giulietta rifiuta perché convinta, come più volte ha sottolineato, che “i panni sporchi si lavano in casa”. La proposta della casa editrice, infatti, non era quella di scrivere un romanzo qualsiasi, ma uno che riguardasse la sua storia d’amore con Andrea Damante, ovviamente tradimento compreso. Nonostante la risposta negativa, lo staff della Mondadori fa passare qualche mese e poi ritorna all’attacco.

La decisione di Giulia De Lellis

Trascorso qualche mese, la Mondadori ricontatta la De Lellis e prova ancora una volta a convincerla. Giulia ha raccontato: Dopo qualche mese sono tornati… ‘Giulia facciamo un libro? Dai, proviamoci!’. Tematica sempre quella… allora sai che c’è? Vado da una persona, gliene parlo e questa persona mi fa una discorso che dà vita tutto questo (…) Sono andata da una persona che attualmente è molto importante per me! Raramente io prendo consigli perché sono un po’ testarda e faccio sempre un po’ di testa mia… Questa persona mi fa: ‘Giulia, fallo! Perché innanzitutto è giusto che tu ti pianga un morto che non ti sei mai pianta’”. Effettivamente, la fidanzata di Iannone non ha mai parlato molto del tradimento ricevuto dal Dama, tanto da non averlo mai confermato in modo esplicito. Giulietta, nonostante la sofferenza provata, si è sempre mostrata serena e non ha mai dato a vedere la sua sofferenza. Dopo aver parlato con questa persona a lei cara, la De Lellis ha deciso di accettare la proposta della Mondadori.

La speranza di Giulia

Supportata da questa persona fidata, Giulietta ha deciso di buttarsi in questa avventura. L’ex corteggiatrice ha ammesso: “Non mi sono mai soffermata su determinate cose che in realtà quando succedono è giusto viversele. ‘E soprattutto’, mi ha detto, ‘scrivendo questa storia potresti aiutare ed essere di compagnia a delle ragazze, a delle persone che in questi momenti stanno vivendo quello che in passato hai vissuto tu’, e quindi mi sono un po’ detta… Ma alla fine parlo di un sacco di cose futili con loro, a volte affrontiamo delle tematiche un po’ più delicate, ma nulla che principalmente mi tocca, che mi ha toccato o che mi ha cambiata. Ho pensato che potesse essere interessante condividere con voi una parentesi della mia vita molto importante, molto toccante, e magari qualcuna di voi si ritroverà in questa parentesi! Alla fine è venuta fuori una fi**ta! Non vedo l’ora di raccontarvi anche il resto!”. E così è nato ‘Le corna stanno bene su tutto (ma io stavo meglio senza)’. Il primo romanzo della simpatica romana uscirà il 17 settembre e Andrea Iannone, che l’ha letto in anteprima, ha ammesso che non si sarebbe mai aspettato che la sua fidanzata avesse “questo genio”. Che dite? Non ci resta che leggerlo e farci un’idea della vena creativa della De Lellis.