Giulia Schiff ha visto delle svastiche incise sul petto dei cadaveri ucraini

Giulia Schiff
Giulia Schiff

La soldatessa italiana Giulia Schiff, che combatte con le truppe ucraine, ha detto che i russi incidono delle svastiche sul corpo delle loro vittime. In studio si è acceso un dibattito tra lei e un altro giornalista.

Giulia Schiff e le svastiche incise dai russi sui cadaveri dei soldati ucraini

Giulia Schiff ha visto cadaveri di soldati ucraini con una svastica incisa sul petto. La sua testimonianza oculare è stata riportata durante la trasmissione “Zona Bianca“, condotta da Giuseppe Brinidisi. Alla frase della soldatessa: “I russi lasciano i cadaveri degli ucraini con le svastiche scavate nel petto”, il giornalista Alberto Fazolo le ha chiesto dove avesse visto tali mutilazioni. Schiff ha poi dichiarato di non voler dire pubblicamente dove ha visto tali orrori e Fazolo, dunque, ha replicando dicendo che ciò di cui stava parlando esisteva solo nei suoi sogni.

Il punto di vista della soldatessa

In difesa di Giulia Schiff è intervenuto il conduttore della trasmissione che ha detto: “Non vogliamo credere a una testimone oculare? Lei è là, noi siamo qua”. La soldatessa ha poi dato la sua opinione affermando che “la diplomazia è fondamentale, la guerra non è mai la scelta opportuna, però purtroppo di fronte alla morte delle persone bisogna rispondere con il pugno di ferro“. Giulia Schiff ha poi concluso dicendo che secondo lei “se avessimo reagito subito con più fermezza, questo massacro non ci sarebbe stato“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli